FitAdvisor
" Scopri le migliori attività vicino a te, scegli la struttura adatta e partecipi ... con le tue opinioni"
Nuova Ricerca

Allenamento sulla spiaggia? Si ma in sicurezza - Prevenzione

Allenamento sulla spiaggia? Si ma in sicurezza - Prevenzione

Con le vacanze estive, prossime all’arrivo, sono tanti gli appassionati che decidono di spostare il luogo del proprio allenamento sulla spiaggia, se parliamo di mare, tutto molto bello facendo però attenzione al fondo dissestato e irregolare che può portare qualche problemino.


Perché è importante l’attenzione?


Facendo presente che ogni qualvolta ci si allena l’attenzione deve essere sempre alta, a maggior ragione quando ci si allena su fondi irregolari come la spiaggia perché essa può nascondere insidie e tranelli che possono mettere in difficoltà anche l’atleta più attento.


É chiaro a tutti che svolgere un attività sportiva in spiaggia non è la stessa cosa che farla sull’asfalto o su un campo adibito al gioco: l’instabilità del terreno infatti aumenta i rischi per le nostre articolazioni, sollecitate di più del normale.


Gli sport più praticati sulle spiagge sono la corsa, il beach-soccer, il beach-volley, il beach-tennis, tutti sport dove le articolazioni, ginocchia e caviglie, sono altamente sollecitate e stressate. Se non ci si è allenati preventivamente a questo tipo di fondo, il rischio d’infortunio è molto più elevato. I muscoli e i tendini non sono così elastici da supportare questo tipo di stress e non sono in grado di proteggere adeguatamente le articolazioni.


Quali sono gli infortuni più frequenti?


allenamento sulla spiaggia

Gli infortuni più frequenti sono la distorsione di caviglia, maggiormente in inversione per una questione di forma anatomica dell’articolazione; e la distorsione di ginocchio.


Le distorsioni possono essere di vario grado e interessare i diversi legamenti della tibio-tarsica, comportando conseguenze diverse; dalle più banali (dove l’atleta se la cava con qualche giorno di riposo) alle più serie, con lesioni importanti.


Altri traumi a carico del soggetto sono quelli muscolari che vanno dalle più lievi distrazioni fino allo strappo muscolare, che possono tenere il soggetto lontano dall’attività fisica da alcuni giorni a periodi più lunghi.




BiotechUSA banner




Consigli per un allenamento sicuro


Bisogna far presente che lo sport comporta sempre dei rischi, anche se minimi, all’infortunio però attuando dei piccoli ma utili stratagemmi si può prevenire il rischio degli stessi per un’attività più sicura nell’ambiente spiaggia.


Ecco alcuni consigli:



  • Evitare di praticare sport in spiaggia se preventivamente non è stata fatta un minimo di preparazione ad essa, o se non ci si può esimere dall’attività scegliere uno sport già praticato nel recente passato. Conoscere il gesto tecnico è importante per evitare infortuni.

  • Effettuare sempre un riscaldamento adeguato, in ogni sport il copro ha bisogno di una prima parte di messa in moto, prima della pratica vera e priora.

  • Evitare le ore più calde della giornata, il troppo caldo e l’alta umidità debilitano il fisico più velocemente che in altre situazioni.

  • Se possibile indossare sempre calzature adeguate, anche sulla sabbia, che proteggano l’articolazione della caviglia, evitando così inaspettate distorsioni.

Team Autori Fitadvisor: Consulta il suo Profilo ☛ Dott. Simone Tarana

Articoli correlati:
ipeetrofia iperplasiaAllenamento della forza: ipertrofia e iperplasia [Parte 1]

DOMS acido latticoDolore post allenamento, DOMS oppure acido lattico
Scritto da : Simone Tarana

Potrebbe interessarti anche :

attività sportiva allenamento sport attività fisica Beach soccer Beach volley Prevenzione e riabilitazione nello sport infortuni