FitAdvisor
" Scopri le migliori attività vicino a te, scegli la struttura adatta e partecipi ... con le tue opinioni"
Nuova Ricerca

Dolore post allenamento, DOMS oppure acido lattico? - Allenamento

Dolore post allenamento, DOMS oppure acido lattico? - Allenamento

Ognuno di noi, allenati e non, avranno provato almeno una volta nella vita quei fastidiosissimi dolori post sforzo, che banalmente chiamiamo “acido l’attico”;. Facciamo attenzione però ad alcuni luoghi comuni spesso errati, perché questi fatidici dolori sono di altra natura, e chiamati DOMS.


D.O.M.S. (Delayed Onset Muscle Soreness) è un acronimo inglese che tradotto indica l'indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata.


Questo tipo di risposta corporea viene in genere riscontrata da tutti gli individui, indipendentemente dal livello di allenamento. Si tratta di una normale risposta fisiologica ad alti sforzi, lo svolgimento di attività fisiche a cui non si è abituati.


Nell’arco delle ore successive il dolore e il disagio associato al DOMS quando raggiunge il picco?


doms acido lattico

Il dolore e il disagio associato ai DOMS solitamente raggiunge il picco tra le 24 e le 48 ore a seguito dell'esercizio fisico, e si estingue entro 96 ore.


Generalmente, una percezione di dolore maggiore avviene con sforzi di maggiore intensità, e una più frequente esecuzione di attività sconosciute.


Qual è la causa di questi dolori?


Questi dolori nascono in gran parte a causa di “micro-sfilacciamenti” delle fibre muscolari, rilasciando degli enzimi come creatina-chinasi. Generalmente sono causati, a livello pratico, dalla contrazione eccentrica del muscolo, secondo ultimissimi studi eseguiti sull’argomento.


Perché si forma l’acido lattico?


acido lattico DOMS

Parlando invece di acido lattico, non possiamo non accennare al metabolismo anaerobico, canale preferenziale per sforzi intensi e di breve durata. In questo caso il nostro corpo ha la capacità di produrre ATP in assenza di ossigeno, tramite la glicolisi anaerobica, partendo proprio dal glucosio.


Il rendimento di questo processo in termini di energia è molto basso (2 ATP) rispetto alla controparte aerobica (38 ATP) e proprio per questo possiamo proseguire l’allenamento per breve tempo in anaerobiosi.


L’acido lattico, è un carbossile contenere un gruppo COOH, che ha la funzione di smaltire le scorie prodotte (elettroni) ed evitare problemi dovuti ai radicali liberi.


Nel circolo ematico, viene rapidamente eliminato dal circolo sanguigno (si nota una netta riduzione già entro 60 secondi) mentre viene smaltito nel resto del corpo nel giro di 2 o 3 ore dal termine dall'attività fisica.


Solo una piccola parte permane all'interno del muscolo, sempre a seguito di attività anaerobica, ed è nota come "scoria naturale della contrazione muscolare”.


L’acido lattico non viene eliminato, ma il nostro corpo può con il lavoro del fegato riconvertirlo in glucosio  attraverso il ciclo di Cori.




BiotechUSA banner




Acido lattico e DOMS i sintomi sono uguali?


Quindi i sintomi da presenza di acido lattico non sono da confondere con i D.O.M.S., i cui effetti diventano evidenti tra le 8-10 ore a seguito dell'esercizio fisico, raggiungendo il picco tra le 24 e 48-72 ore e possono richiedere anche 5 - 7 giorni post-allenamento per ritirarsi e riportare il dolore e l'indolenzimento ai livelli basali.


Team Autori Fitadvisor: Consulta il suo Profilo ☛ Dott. Simone Tarana


Articoli correlati:

ipeetrofia iperplasiaAllenamento della forza: ipertrofia e iperplasia

Rischi articolari durante gli sport da enduranceRischi articolari durante gli sport da endurance
Scritto da : Simone Tarana

Potrebbe interessarti anche :

Training attività sportiva allenamento sport preparazione fisica attività fisica preparazione sportiva DOMS acido lattico