FitAdvisor
" Scopri le migliori attività vicino a te, scegli la struttura adatta e partecipi ... con le tue opinioni"
Nuova Ricerca

Il segreto del respiro nel combattimento - Psicologia dello sport

Il segreto del respiro nel combattimento - Psicologia dello sport

Quando si parla di respiro non si intende di buttare fuori aria a caso, ma si tratta di calibrare in modo perfetto Inspirazione ed Espirazione per ottenere una giusta combustione tra ossigeno e anidride carbonica.




Respira, butta fuori l'aria


Questa classica frase quando si tirano i colpi è una frase inutile perché non ha nulla di specifico, è troppo generica.


Ancora adesso si tende a dare tantissima importanza alla preparazione tecnica e fisica tralasciando la parte mentale e respiratoria, commettendo un errore enorme perché il Respiro è il tramite tra corpo e mente, è il collegatore!


Ma di cosa stiamo parlando?


Stiamo parlando che non ci sono atleti che salgono sul ring poco preparati, ma ugualmente rimangono senza fiato rendendo molto meno del dovuto per poi accanirsi con se stessi perché non sono riusciti a esprimere le loro capacità.
Quale risposta viene data a questo quesito? Che è l'ansia da prestazione, ma pur sapendo qual'è il problema,  pochissimi fanno qualcosa per risolverlo, ma si puntano sempre sulla preparazione allenandosi ancora di più.


Scelta poco saggia, ma usata ancora da molti!


Il cervello consuma circa il 25% di ossigeno, e se questo non viene ossigenato nel modo giusto tende ad annebbiarsi alimentando cosi ulteriore stress e fatica durante la perfomance a livello fisico e mentale, mettendo l'atleta in una specie di bolla che non capisce e non sente più nulla.


In ogni palestra viene insegnato la tecnica, e quando gli allievi tirano i colpi gli viene detto di buttare fuori l'aria come se fosse una legge dettata dai nostri avi senza però sapere di cosa stiamo parlando veramente a livello respiratorio.




BiotechUSA banner




Respira: facile da dire...


Tutti dicono cosa fare, "respira" ma nessuno dice Quanto, Come, Perché, "Inspira con il naso ed Espira in questo modo per questo tempo mentre fai xxx, ecc" in modo da trasmettere al cervello stimoli positivi e potenzianti e non più limitanti.


Dire semplicemente RESPIRA, è come dire a uno chef di fare da mangiare.
È inutile essere super precisi sulla preparazione e trascurare un elemento cosi importante come il Respiro e la parte mentale perché il rischio buttare nel cesso mesi di allenamento è altissimo, cosa che abbiamo visto spesso succedere.


Devi sapere che ogni Inspirazione ed Espirazione è codificata a livello istintuale che trasmette degli stimoli specifici al cervello, e se noi commettiamo anche solo uno di questi errori, cioè una Inspirazione o Espirazione errata, rischiamo di rovinare tutto il lavoro fatto nei mesi o limitarne la resa stessa.


In pratica è come correre con il freno a mano tirato!


Il volume residuo


Altro elemento sconosciuto o sottovalutato è il l Volume Residuo, che è l'aria che resta nei polmoni dopo un'espirazione forzata, detto in termini semplici "scorie, sporcizia".
Più è alto questo volume, e più è alta la quantità di scorie che infettano l'organismo, quindi il sangue e le cellule a causa della saturazione di Anidride carbonica non riescono a rilasciare l'ossigeno nei tessuti creando un vero problema di performance.


In pratica è come fare benzina nella macchina ma avere il carburatore che non la passa al motore.


Inoltre è molto facile sottosforzo andare in Iperventilazione, cioè introdurre più aria del necessario, intasando maggiormente  l'organismo e sprecare un sacco di energie inutilmente perché ci si concentra a Riempire i polmoni senza sapere come Svuotarli.


Respiri profondi : IL MALE ASSOLUTO


I vecchi maestri ci hanno insegnato a fare dei Respiri Profondi quando siamo in carenza di aria senza sapere che è puro veleno, è l'errore che un atleta NON deve MAI fare.
Ripeto: durante una performance intensa respirare profondamente è l'errore più grande che un atleta può fare perché aumenta l'intasamento interno già saturo.


Possibili Soluzioni


Con il Metodo Flow, il Sistema specifico di Respiro  potrai imparare a calibrare in modo perfetto Ossigeno e Anidride Carbonica accedendo alla forza del Tuo Istinto. La pancia è detta anche il Secondo cervello, per questo accedendo a questa parte si combatte in modo più intuitivo.


Ricordati che il corpo è una macchina perfetta, non ci si può IMPROVVISARE esperti solo perché si è sempre fatto cosi, ma servono delle nozioni scientifiche perché qui si parla di Anatomia.


Ripulendo i polmoni dagli eccessi di tossine e anidride carbonica grazie a una respirazione Specifica, si pulisce il sangue dalle scorie o tossine metaboliche che vanno nei muscoli ottenendo cosi una maggiore eliminazione anche dell'acido lattico, quindi di conseguenza più Velocità e Potenza nei colpi.


Come ben potrai immaginare già questi due elementi portano a una maggiore fluidità dei movimenti, un aumento della resistenza e quindi di conseguenza anche una Sicurezza Mentale perché sparisce la paura di rimanere senza fiato, che è una delle paure peggiori dei fighters.


Su che basi lavora questo metodo ? 


Il Metodo Flow lavora prima di tutto sul VOLUME RESIDUO, elemento  basilare per il rendimento delle performance fisica e mentale perché va a svuotare al meglio le tossine e l'aria sporca residua nei polmoni.


Lavora sui codici istintuali e stimoli al cervello perché ogni respiro è strettamente collegato al cervello ed emozioni, quindi in base al tipo di respiro è possibile influenzare anche lo stato d'animo e scariche ormonali.


Questo vuol dire che se inspiriamo o espiriamo nel modo errato e diamo impulsi negativi al cervello, questo essendo un esecutore obbedisce e inizia a lavorare sulle scariche ormonali "cattivi" quali Cortisolo.


Tutto questo processo viene svolto di continuo in modo inconsapevole, la differenza sta nel farlo nel modo giusto conoscendo come funzionano tali codici e impulsi per fruttare al meglio le potenzialità del corpo umano.


Alcuni sono scettici e disapprovano appena ne sentono parlare, ma ripeto che stiamo parlando di anatomia umana, no opinioni.
Il Metodo è il frutto di 13 anni di ricerca ormai testata e confermata tra atleti e maestri Top del settore di tutta Italia tra Boxe, K1, MMA e MuayThay.


Il Metodo Flow oltre a pulire l'organismo dalle scorie in eccesso, agisce sul sistema cardiocircolatorio, nel senso che mantiene il battito più basso e quindi una maggiore resistenza anche sotto stress, cioè durante il combattimento.
Potrai ben capire che sono questo porta a un aumento della resistenza!


Urlare mentre si tira


Di solito viene insegnato di urlare quando si tirano i colpi a tal punto da sembrare dei cani inferociti, senza sapere che anche questo non serve a nulla se non per fare rumore.


Alcuni dicono che urlare serve a far uscire la cattiveria. Buffonate da bar senza nessuna base basate su dicerie dei nostri nonni, serve solo a rompere le scatole, punto!


Non ci credi vero?


 Beh, nei match di sicuro non si può urlare come in palestra perché si viene penalizzati,e già qui portiamo due sistemi differenti di respiro, nel senso che in palestra si urla come matti, e sul ring no, quindi qual'è il metodo giusto, urlare o no?


In questo video fatto alla Profighting di Bologna dal Maestro Mario Zanotti potrai vedere gli errori più comuni che vengono svolti nelle palestre quando si tirano i colpi.


PS: Se pratici la Muay Thai vedrai atleti conosciuti, e uno di questi è Cristian Faustino, atleta Top della Muay Thai che viene trattato in modo poco simpatico e poco piacevole.
Beh prima di farti idee strane era tutto organizzato appositamente con il maestro Mario e Cristian stesso per fare un lavoro Mentale Specifico, quindi nessuna prepotenza o mancanza di rispetto, ma tutto organizzato.


Guarda il video qui sotto per saperne di più.



Visto il video? Sorpreso?
Quello che hai visto non sono invenzioni fatte cosi caso basate su opinioni, ma modelli scientifici curati nei particolari diventati inattaccabili.


Nelle palestre che viene introdotto il Metodo Flow, oltre a non sentire più urlare come pazzi fuori gli atleti, aumenta la resa perché si adotta un Metodo specifico che ti permette di calibrare e gestire le energie al meglio e rendere più nelle performance, quindi più Resistenza, Potenza, Lucidità Mentale e Fluidità nei movimenti.



Team Autori Fitadvisor: Consulta il suo Profilo ☛ Coach Emanuele Zanella - Analogista e Mental Coach


Non sai ancora quale sport praticare? Cerca su Fitadvisor.it


Articoli correlati:

Corso di formazione o Coaching sul Metodo Flow

Perché un atleta fa schifo anche se allenato perfettamente?
Scritto da : Emanuele Zanella

Potrebbe interessarti anche :

ring Fitadvisor Psicologia dello Sport forza vincere mente respiro emotivita pugile guerriero