Lo sportivo oltre la quarantena: consigli sportivi e nutrizionali -Training

Lo sportivo oltre la quarantena: consigli sportivi e nutrizionali -Training

Sembra ormai passato il periodo peggiore per gli amanti del fitness: possibilità di muoversi liberamente tra jogging o bike, palestre aperte e box Crossfit di nuovo attivi.


Ricominciamo?


Eppure ci sono ancora diversi atleti che cercano di adattarsi alla situazione, senza poter accedere agli stessi servizi e attività precedenti: gli atleti iscritti a sport di competizione, tesserati che hanno sempre effettuato allenamenti organizzati per scopi specifici.


Pensiamo ai calciatori, pallavolisti, cestisti, tennisti e chi più ne ha più ne metta (..di qualsiasi età) con allenamenti cadenzati, organizzati in mesocicli, volti ad ottimizzare capacità specifiche o semplicemente imparare i gesti tecnici di base, che non hanno più la possibilità di allenarsi a livello tecnico e tattico.


quara_2


Come agire?


…aspetto la nuova stagione agonistica o continuo ad allenarmi a casa?…iscrizione in palestra o semplice jogging 3-4 volte la settimana?


I dubbi e le proposte sono diverse e tutte con un fondo di efficacia, purché si butti sempre un occhio all’obiettivo.


Se sono un calciatore e l’obiettivo è di restare tale anche in futuro, probabilmente diventare il “re della panca piana in palestra” non sarebbe molto saggio; stesso concetto vale per un cestista o pallavolista che corro mezze maratone sul tapis roulant o il tennista pronto ad infrangere il record di stacco di Bjornson.


Obiettivo


Restare in forma è sicuramente l’obiettivo principale, ma occorre valutare i risultati sul lungo periodo e personalizzarli secondo esigenze specifiche.


Ecco allora che sport prettamente basati su capacità miste, nei quali è importante avere la giusta dose di rapidità, velocità e forza devono prevedere un allenamento che curi al meglio queste capacità.


È importante per un calciatore curare la forza degli arti inferiori, senza però sfondarsi ore e ore sotto una pressa in palestra; è importante sviluppare la resistenza senza correre per ore ed ore allo stesso ritmo ascoltando l’i-pod.


Come faccio ?


Per effettuare le scelte migliori è senza dubbio utile rivolgersi ad un professionista, meglio se interno alla società, che vi conosca e possa proporvi dei lavori sostenibili per intensità e volume.


Un consiglio


Voglio di seguito proporvi 3 semplici regole per poter basare i vostri allenamenti in vista della stagione successiva:


Quattro volte la settimana:


se eravate abituati ad allenarvi 2-3 volte la settimana oltre alla partita, è inutile ora allenarsi tutti i giorni a ritmi blandi.
Un giorno di lavoro intenso e ben svolto, seguito da un giorno di riposo è la scelta ottimale


Qualità :


come sottolineato sopra, non sprecate il tempo in corsette blande o esercizi inutili; occorre ottimizzare al meglio gli allenamenti, con sedute di 40 – 50 minuti ad una buona intensità.


Mobilità :


spesso ci si allena senza riscaldare al meglio i propri muscoli.
Ricordatevi che un ottimo allenamento inizia con esercizi di mobilità e riscaldamento, per evitare lesioni muscolari durante il lavoro.
Mobilità che va ripetuta anche a fine allenamento.


quara_1


E per quanto riguarda l’alimentazione?


Parola d’ordine: restare in forma.
Evitare che questa distanza dalla sfera agonistica possa in qualche modo interferire negativamente con la motivazione a restare degli ottimi atleti. Occorre essere pronti per la ripartenza!!


Cinque regole d'oro :



  1. Restiamo idratati: soprattutto ora, con l’avvicinarsi dell’estate, occorre una buona quantità di acqua al nostro organismo e ai nostri muscoli

  2. Pasti regolari: evitiamo che la noia sia la causa di continui spuntini, magari con snack o dolcetti. Rispettiamo la giusta organizzazione con colazione, pranzo e cena…e spuntini a base di frutta.

  3. Soluzioni integrali: per ottimizzare al meglio l’energia durante la giornata, scegliere cibi integrali è sicuramente la scelta migliore

  4. Verdura ad ogni pasto: inutile sottolineare un capo saldo della sana alimentazione


  5. Pizza consentita: dopo una dura settimana di allenamenti ed alimentazione controllata, una pizza è concessa a chiunque…meglio se con verdure.

Team Autori Fitadvisor: Consulta il suo Profilo ☛  Dott. Antonio Renna


Non sai ancora quale sport praticare? Cerca su Fitadvisor.it

Articoli correlati:

obesitySportCoverSport e sovrappeso : prevenzione delle malattie

Mousse proteicaLa mousse proteica al cioccolato aromatizzata al caffè
Scritto da: Antonio Renna

Potrebbe interessarti anche:

Training Salute e Benessere Alimentazione Fitadvisor ripresa ricominciamo amatori professionisti quarantena coronavirus

Sei uno sportivo?

Se anche tu sei convito che lo sport non sia solo un gesto atletico, unisciti alla community.  Condividi la tua passione e accumula medaglie per ogni contributo che lasci!

Diventa Fitter e premia il corso che frequenti!

Sei un titolare?

Ogni giorno aiutiamo i nostri utenti a trovare il corso più adatto rispetto all'obiettivo o allo sport scelto. Inserendo i tuoi corsi possiamo proporre anche i tuoi!

Non hai vincoli o obblighi di abbonamenti.

Media partner

Media partner