FitAdvisor
" Scopri le migliori attività vicino a te, scegli la struttura adatta e partecipi ... con le tue opinioni"
Nuova Ricerca

Parliamo di Calisthenics con Tommaso Peccenini di Caliup

Parliamo di Calisthenics con Tommaso Peccenini di Caliup

In questa intervista a Tommaso Peccenini istruttore di Calisthenics parleremo di questa disciplina sportiva che negli ultimi anni ha avuto ed è in forte crescita.


1) Tommy presentati ai nostri lettori… Chi è Tommaso Peccenini?


Tommaso Peccenini: Personal Trainer ed Esperto di Allenamento Funzionale. Responsabile fondatore e trainer di Calisthenics & Street Work-Out presso CaliUP Forli' e docente presso Calisthenics SSD, Burningate Evolution Skills.


2) Tommy cosa rappresenta per te il Calisthenics e cosa ti spinge a dedicare anima e corpo in quello che fai?


Beh anni fa sono partito con un sogno: diffondere questa meravigliosa disciplina nella mia città...Il percorso è stato travagliato e tutt'ora complesso ma ricco di soddisfazioni ...La mia idea è sempre stata quella di dare a chiunque la possibilità di allenarsi con queste metodiche; adattamento per ogni singola persona , lavori differenziati ...e nel tempo sempre più particolareggiati a seconda dell'individuo (grazie all'inserimento nello staff di figure professionali sempre più specializzate : fisioterapista-osteopata, nutrizionista , farmacista, allenatori specializzati in AFA(allenamento fisico adattato), creazione di più di 1000 piani di lavoro.


Ho trovato nel calisthenics la metafora di vita per eccellenza: Quando si parte si è tutti neofiti, si cresce per gradi (chi più in fretta chi meno), i dettagli sono quello che fa la differenza, la qualità è tutto, la costanza e la passione portano sempre a risultati e non importa a che livello ma a quello che serve a te per stare bene. lO sport in generale, il calisthenics nel particolare, sono stili di vita a 360 gradi e a qualsiasi livello. Una persona cara mi ha detto che bisogna uscire dalla propria zona comfort per poter crescere ...Mai nulla di piu' vero ...Lo stesso vale per il cali e nel volersi allenare veramente ! Alla domanda: ma il calisthenics è solo per pochi rispondo solamente dicendo che è per chiunque voglia mettersi veramente in gioco ... del resto ...come la vita.


3) Tommy quali sono le cose che consiglieresti a chi vuole iniziare per la prima volta a praticare Calisthenics?


Voglia di mettersi in gioco , costanza negli allenamenti e tanta passione.


4) Quanto è importante il riscaldamento nel Calisthenics? Ci sono degli esercizi indicati per il riscaldamento?


Il riscaldamento è fondamentale come in tutte le attività del resto. Aumentare la propria temperatura corporea è necessario ma non sufficiente. Possiamo suddividere il riscaldamento in due momenti:


• Riscaldamento generale
• Riscaldamento specifico


Il riscaldamento generale è una tipologia di riscaldamento come dice il nome, ha la finalità di interessare tutto il corpo. Lo scopo principale di questo tipo di riscaldamento è di aumentare la temperatura corporea e la frequenza cardio-respiratoria, generando una migliore perfusione di sangue nei vari distretti periferici del corpo.


Il riscaldamento specifico, segue il riscaldamento generale ed è fondamentale per preparare il corpo agli esercizi da praticare durante la seduta d’allenamento. Questa forma di riscaldamento, andrà ad interessare direttamente le articolazioni e i gruppi muscolari maggiormente impegnati nei primi esercizi dell’allenamento. Esso prepara il corpo ai gesti da compiere attraverso l’aumento della temperatura corporea, l’aumento di velocità di contrazione dei muscoli, degli stimoli nervosi e l’aumento del range di movimento delle articolazioni interessate. Nel riscaldamento specifico si andranno ad inserire movimenti molto simili agli esercizi che andranno poi ad essere praticati. Si eseguono movimenti che vanno a salire di velocità e che ripropongono escursioni articolari simili a quelli degli esercizi veri e propri dell’allenamento.


Generalmente si usano esercizi senza carico o con carichi molto leggeri. Il riscaldamento specifico oltre ad avere la finalità di preparare il corpo alla seduta d’allenamento facendolo arrivare nella migliore condizione possibile, si prefigge lo scopo di prevenire la possibilità di 70 infortuni. E’ importante infatti non trascurare questo riscaldamento, perchè rivesto un ruolo molto importante nel ridurre la possibilità di traumi. Infatti l’aumento della temperatura corporea, detta iperemia, permette un maggior afflusso di sangue nel muscolo riducendo così la viscosità muscolare, che è spesso causa di infortuni (per via della rigidità muscolare che spesso comporta nei muscoli). L’iperemia del muscolo è importantissima per dare maggior fluidità nei movimenti e “oliare” le articolazioni.


Questo ruolo del riscaldamento non deve mai essere trascurato! Muscoli e articolazioni fredde sono predisposte più facilmente all’infortunio!


Durante il riscaldamento specifico potrete andare ad inserire:


Esercizi di mobilità: rotazione dei polsi, rotazione delle spalle, rotazione delle caviglia, rotazione delle gambe, rotazione dei fianchi, rotazione dei gomiti, rotazione del collo.


Esercizi di stretching pre-allenamento: attraverso posizioni statiche dei polsi, allungamento intra rotatori ed extra rotatori, accorciamento catena dorsale e allungamento catena dorsale, allungamento catena posteriore gambe e allungamento catena anteriore; attraverso stretching dinamico per velocizzare i movimenti come oscillazioni e slanci veloci degli arti interessati.


Esercizi con gli elastici: movimenti generali che coinvolgano le articolazioni interessate nell’allenamento;


Esercizi a corpo libero specifici per l'allenamento: inserendo esercizi semplici che vadano ad interessare i muscoli coinvolti nei primi esercizi della seduta. Se per esempio dovrai eseguire dei piegamenti delle braccia su una mano, un buon esercizio potrebbe consistere in otto-dieci ripetizioni di piegamenti sulle braccia a due mani. Il riscaldamento specifico può durare circa una quindicina di minuti. Ricordati che esso serve a preparare il fisico e non ad esaurirlo.


Quindi non esagerare con l’intensità, ma cura al massimo la qualità dei movimenti.


5) Quali sono gli infortuni nella quale è possibile incorrere praticando Calisthenics?


Come in tutti gli sport è essenziale lavorare con metodica e senza improvvisazione; Gli adattamenti anatomici sono essenziali a qualsiasi età e livello


6) Tommy ora parliamo di alimentazione. Nel Calisthenics quanto è importante l’alimentazione?


Ci sono degli aspetti da tenere in considerazione? L’alimentazione è direttamente proporzionale al tipo di allenamento e di persona; per questo all'interno dello staff abbiamo aggiunto un ì esperto nutrizionista




BiotechUSA banner


7) Tommy se uno volesse iniziare praticare Calisthenics da casa? Secondo la tua esperienza è possibile, oppure è meglio essere seguiti da una persona qualificata?


Prima di tutto bisogna conoscere bene le basi del calisthenics e ovviamente il proprio corpo. Credo sia meglio fare il contrario, ovvero, farsi seguire da professionisti e nel tempo poter anche allenarsi a casa propria come al parco.


8) Nel Calisthenics quanto è importante allungamento muscolare?


Lo stretching è fondamentale in tutti gli sport; più si è elastici e mobili più si è forti e meno energie ci richiederanno determinati tipi di movimenti dinamici, ripetuti come anche statici


9) Secondo te in qualità di istruttore, quali sono gli errori da evitare per chi inizia a praticare per la prima volta Calisthenics?


Avere fretta, credere di lavorare nel modo corretto senza conoscenza a riguardo. Il calisthenics è una progressione continua e quindi una continua crescita; ma perch il miglioramento del singolo individuo continui è necessaria una programmazione e uno studio a riguardo di anni.


10) Nel Calisthenics, quali sono le differenze tra le Skills base e avanzate?


Molti esercizi sono legati a un gioco di leve; anche le skills e le varie propedeutiche giocano su questo fattore. Le differenze sono tante, dall' aumento di carico notevole a un grado di mobilità ed elasticità, da un determinato sviluppo di forza a una diversa e soggettiva distribuzione del perso corporeo di una persona -rapporto di leve corporee-


11) Tommy in Italia per diventare istruttore di Calisthenics come bisogna fare?


Cominciano ad esserci varie realtà di preparazione al calisthenics . Posso dirvi solamente che, avendole viste tutte, ad oggi, la Calisthenics SSD, Burningate Evolution Skills è l'unica società ad avere preparato un percorso formativo a 360 gradi.


Pagina Facebook: Caliup
Pagina Fitadvisor: Caliup


Ringraziamo Tommaso Pecce di Caliup per questa intervista sul Calisthenics… Viva lo Sport!


Ti piacerebbe praticare Calisthenics? Cerca su Fitadvisor.it

Articoli correlati:

Intervista a Federico Bicelli campione europeo di nuoto paralimpico 1Intervista a Federico Bicelli campione europeo di nuoto paralimpico

Luca RigoldiIntervista al pugile Luca Rigoldi campione Europeo dei pesi supergallo

Articolo pubbliredazionale: Tommaso Pecce

Scritto da : Fitadvisor

Potrebbe interessarti anche :

Diamo Voce allo Sport allenamento funzionale corpo libero Calisthenics Fitadvisor street work out burningate Caliup Tommaso Pecce